A seguito dei provvedimenti del governo entrati in vigore lunedì 9 marzo, Lu.Bi service ha deciso di SOSPENDERE fino a data da destinarsi le proprie attività in quanto i corrieri non garantiscono la regolarità dei servizi di spedizione da e per la provincia di Bergamo.
Il nostro customer service rimane disponibile all'indirizzo email [email protected]
Vi aspetteremo impazienti alla riapertura

Classificazione filtri maschere DPI per la protezione delle vie respiratorie

Martedì 07 Agosto 2018

Le maschere DPI sono, nell’immaginario collettivo, la protezione per qualsiasi evento catastrofico. Gas, polveri, vapori; non importa di quale sostanza si tratti, per molti sono tutte uguali.

La verità è che, in ambiente lavorativo, la regolamentazione è severa e sfaccettata, considerata la grande diversità di pericoli per le vie respiratorie. Quindi, in che modo puoi proteggere il cantiere e la salute dei tuoi dipendenti?

 

Lu.Bi fornisce i migliori filtri per maschere DPI per ogni tipo di lavoro, scegli i più adatti alla tua professione!

 

Filtri antipolvere

Ad ogni sostanza tossica o nociva corrisponde un certo grado di TLV, ovvero la concentrazione massima in mg/m3 di quella sostanza dispersa nell’aria a cui il lavoratore può essere esposto costantemente senza correre rischi per la salute.

  • P1: sono anche detti filtri a bassa efficienza. Questi filtri servono a proteggere da particelle solide più grossolane che non hanno una tossicità specifica, come per esempio il carbonato di calcio. Il massimo TLV consentito è di 4 volte superiore alla concentrazione massima di una data sostanza.
  • P2: i filtri maschere P2, servono ad intercettare e filtrare sia particelle nocive solide che liquide. La concentrazione massima consentita è di 10 volte il TLV per l’utilizzo in semi maschere, 15 volte il TLV se si usano maschere integrali.
  • P3: questi filtri offrono una vasta protezione contro sostanze liquide e solide tossiche, radioattive, cancerogene, virus e batteri. La concentrazione massima va da 30 volte il TLV a 400 se utilizzati in maschere integrali.

 

Filtri antigas

I gas si comportano in maniera diversa rispetto alle polveri. È quindi necessario adottare filtranti diversi. Vapori e gas hanno particelle troppo piccole perché si possano filtrare con i sistemi citati precedentemente, ecco perché sono necessari dei filtri chimici, che assorbono interamente il gas. Anche questi filtri si suddividono in 3 categorie (classe 1 la meno filtrante, classe 3 quella con la capacità maggiore) che variano sensibilmente in base alla quantità di vapore o gas presente nell’aria circostante.

filtri-maschere-dpi

 

Chiedi il consiglio di Lu.Bi

In materia di filtrazione c’è molta complessità e diversificazione. È necessaria una profonda conoscenza dell’argomento per riuscire a capire con esattezza quale sia la classificazione filtri per maschere DPI corretta, soprattutto di fronte a polveri e gas molto dannosi per la salute degli operatori.

Lu.Bi opera nel settore della protezione individuale da molti anni ed è in grado di consigliarti il miglior filtro per le tue esigenze. Contatta Lu.Bi e puoi trovare i filtranti corretti della miglior qualità!

 

Lu.Bi ti guida nella scelta del filtro più adatto alle tue esigenze. Scegli il filtro giusto e proteggi il tuo ambiente di lavoro!

Scrivi un commento