A seguito dei provvedimenti del governo entrati in vigore lunedì 9 marzo, Lu.Bi service ha deciso di SOSPENDERE fino a data da destinarsi le proprie attività in quanto i corrieri non garantiscono la regolarità dei servizi di spedizione da e per la provincia di Bergamo.
Il nostro customer service rimane disponibile all'indirizzo email [email protected]
Vi aspetteremo impazienti alla riapertura

Come scegliere le scarpe antinfortunistiche più adatte a te: la guida di Lu.Bi

Martedì 27 Novembre 2018

Hai bisogno di acquistare delle scarpe antinfortunistiche ma non sai qual è quella più adatta a te?

Lu.Bi ti guida nella scelta delle migliori calzature professionali, per lavorare comodi, nel rispetto delle norme e in tutta sicurezza.

 

Sfoglia il nostro catalogo e scegli le scarpe su misura per il tuo lavoro!

 

Un lavoro, una scarpa

Come scegliere le scarpe infortunistiche può essere materia di discussione che coinvolge datore di lavoro e dipendente in un ciclo infinito di opinioni contrastanti. Partiamo dal presupposto che scegliere le scarpe antinfortunistiche sia fondamentale per la sicurezza sul lavoro, oltre che obbligatorio, quando il rischio di infortunio ai piedi è reale e giustificato. La scelta dev’essere motivata da diversi fattori e regolata dalla normazione vigente.

 

Il tipo di scarpa

Anche se il livello di protezione può essere lo stesso, indossare una scarpa di un tipo diverso può rendere la sua azione protettiva più o meno efficace.

  • Scarpe antinfortunistiche basse, che proteggono quasi esclusivamente il piede.
  • Scarpe antinfortunistiche alte, con cui proteggere anche la caviglia e parte della gamba.
  • Stivali antinfortunistici, più alti delle precedenti, spesso oltre alla caviglia proteggono anche il ginocchio.
  • Sandali antinfortunistici, non si tratta dei classici sandali aperti ai lati, ma vengono chiamati sandali tutte le calzature antinfortunistiche che, come chiusura, prevedono una cinghia in velcro al posto dei lacci.
  • Zoccoli antinfortunistici, utili soprattutto nel settore sanitario, sono scarpe aperte sul retro e si chiudono tramite una cinghia.

 

Il puntale

Il puntale è un rinforzo sulla punta della scarpa che protegge le dita dei piedi da traumi e schiacciamenti. Può essere di tanti materiali diversi metallici e non, dal più comune puntale in acciaio all’ultraleggero puntale in composito. Il peso, la flessibilità, la resistenza e lo spessore sono solo alcune delle caratteristiche che possono influenzare la presenza di un determinato puntale in una scarpa antinfortunistica.

 

Lamina anti-perforazione

Lavori con materiali appuntiti e pericolosi? Il terreno su cui lavori può essere pieno di chiodi, vetri e altre insidie che, se calpestate, rischiano di perforare la scarpa causando ferite e infortuni. Se stai cercando di capire come scegliere le scarpe antinfortunistiche tieni in considerazione la possibilità di acquistare un paio di scarpe dotate di lamina anti-perforazione. Questi inserti sono, generalmente, in acciaio o in tessuto e, per legge, non possono essere rimossi senza danneggiare la calzatura.

 

Suola

La suola, elemento importantissimo di una scarpa antinfortunistica, perché separa fisicamente il piede dal terreno di lavoro, può essere realizzata con materiali e caratteristiche molto diverse a seconda delle necessità. Per esempio, esistono suole antiacido, antiscivolo, antistatiche e suole in gomma nitrilica per la massima protezione termica.

 

Classe di sicurezza

Esistono diversi livelli di protezione che definiscono in maniera precisa come scegliere le scarpe antinfortunistiche. Ad ogni sigla corrisponde uno standard che dev’essere compatibile con le proprie esigenze professionali.

Scarpe antinfortunistiche SB: possiedono i requisiti base per proteggere e garantire la sicurezza durante tutta la giornata, con puntale che resiste fino a 200 Joules.

Scarpe antinfortunistiche S1P: come le S1 sono scarpe antiscivolo e antistatiche, con l’aggiunta della protezione antiforo, perfette per chi lavora in ambito edile e cantieristico.

Scarpe antinfortunistiche S2: realizzate in pelle o materiali impermeabili che le rendono adatte per chi lavora a contatto con i liquidi.

Scarpe antinfortunistiche S3: con le caratteristiche anti-perforazione più avanzate, puntale di rinforzo e una robusta tomaia idrorepellente.

Scarpe antinfortunistiche S4: gli stivali antinfortunistici sono realizzati in PVC o gomma e proteggono il lavoratore per buona parte della gamba.

Scarpe antinfortunistiche S5: come gli stivali S4 ma ideali per chi lavora in campo industriale, edile e agricolo.

Scarpe antinfortunistiche OB: calzature resistenti ad abrasioni e strappi ma prive del puntale di protezione. La suola antiscivolo garantisce la massima stabilità.

Scarpe antinfortunistiche O2: antistatiche, impermeabili, con la zona tallone chiusa e antiurto, rinforzata per la massima protezione del piede.

Non sai come scegliere le scarpe antinfortunistiche più adatte al tuo lavoro?

Sfoglia il nostro catalogo e scegli le migliori scarpe antinfortunistiche per il tuo lavoro!

Scrivi un commento