Otoprotettori dpi: la categoria da scegliere per rispettare la normativa

Martedì 16 Aprile 2019

La salute delle tue orecchie tende a peggiorare gradualmente nel tempo, in maniera naturale, perché accelerarne il processo?

Non indossare i dpi o usare otoprotettori di bassa qualità è incosciente, oltre che illegale. Il rumore sul luogo di lavoro è spesso causa di gravi infortuni, soprattutto nel lungo periodo, e si manifestano nel tempo in maniera irreversibile.

Tra gli otoprotettori, quale categoria devi scegliere? Leggi la nostra guida, scopri cosa dice la normativa e quali dpi acquistare! Lu.Bi ti consiglia i migliori dpi per la protezione dell’udito, a seconda della tua professione.

 

Proteggi il tuo udito, scegli gli otoprotettori della giusta categoria sul nostro online

 

Otoprotettori dpi: normativa

Secondo quanto stabilito dal ministero, la valutazione dei rischi è il primo passo da compiere per la scelta degli otoprotettori corretti da utilizzare in azienda, tenendo conto che la cadenza di questa valutazione va stabilita a priori. Successivamente vanno considerati tutti i fattori di ergonomia a seconda delle caratteristiche del personale e vanno formati tutti i dipendenti sul corretto utilizzo dei DPI.

Per la scelta degli otoprotettori dpi della giusta categoria è necessario procedere alla misurazione di:

  • Pressione acustica di picco
  • Livello di esposizione giornaliera al rumore (settimanale nel caso in cui l’esposizione al rumore sia discontinua)

 

Otoprotettori dpi: la categoria giusta

Gli otoprotettori DPI possono essere divisi in due diverse categorie:

  • Cuffie auricolari e caschi
  • Mezzi da inserimento

Le cuffie sono formate da due padiglioni auricolari realizzati in materiali plastici che proteggono l’orecchio da rumori esterni, sono maggiormente performanti rispetto ai mezzi da inserimento ma sono più fastidiosi per un utilizzo prolungato. In alcune situazioni specifiche le cuffie possono essere accompagnate da caschi che abbattono ulteriormente i decibel attenuando le vibrazioni delle ossa del cranio.

I mezzi da inserimento, invece, sono funzionali per l’abbattimento di rumori fino a 95 dB, possono essere deformabili, recuperabili o monouso.

 

Come scegliere gli otoprotettori

Scegliere gli otoprotettori corretti è essenziale per garantire l’incolumità dei lavoratori e rispettare la normativa. Quali sono i criteri da valutare per scegliere bene gli otoprotettori?

  • Certificazione CE
  • Attenuazione sonora
  • Problemi medici del lavoratore
  • Confortevolezza dell’apparato

Dopo l’acquisto è necessario educare gradualmente i lavoratori al corretto utilizzo del DPI, per evitare che si sviluppi una repulsione psicologica verso l’apparecchio, garantendo la massima sicurezza e il rispetto della normativa.

Otoprotettori Lu.Bi

L’azienda bergamasca offre la migliore selezione di otoprotettori DPI di categorie diverse, per qualsiasi settore industriale. Sei indeciso su quale sia la categoria corretta per il tuo lavoro? Lu.Bi garantisce da oltre 10 anni la sicurezza su ogni luogo di lavoro, ed è in grado di consigliarti i migliori DPI per la tua situazione specifica.

 

Chiedi ai nostri esperti

Scrivi un commento